Riforma delle Bcc, l’eterno ritorno dei soliti noti: Bankitalia ignorata

Riforma delle Bcc, l’eterno ritorno dei soliti noti: Bankitalia ignorata

Il 31 maggio, nelle considerazioni finali, il governatore di Bankitalia Ignazio Visco parlando della riforma del credito cooperativo mise a verbale: “La componente associativa può mantenere un ruolo di rappresentanza, senza indebite interferenze su pianificazione strategica, gestione operativa e funzioni di controllo del gruppo”. Visco parlava con cognizione di causa. La riforma approvata ad aprile […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.