Redditi universali, promesse elettorali con molti buchi

Per M5S quello di “cittadinanza”, Berlusconi lo vuole di “dignità”, Renzi ha il “Rei”
Redditi universali, promesse elettorali con molti buchi

Grande è la confusione sul reddito universale, anche chi lo propone pare avere idee poco chiare. Silvio Berlusconi sta promettendo un “reddito di dignità”, i Cinque Stelle dicono che copia quello di “cittadinanza” sostenuto da loro. Matteo Renzi rivendica l’approvazione con il governo Gentiloni di quello “di inclusione” (Rei). Sono tutte cose diverse. Il reddito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.