Nella villa confiscata (e incendiata) assemblea di “Libera”

Nella villa confiscata (e incendiata) assemblea di “Libera”

È iniziata ieri a San Giusto Canavese (Torino) nella villa appena confiscata a Nicola Assisi, uno dei più importanti narcotrafficanti mondiali condannato a 30 anni e oggi ancora latitante, l’assemblea regionale di Libera. Una scelta simbolica, quella dell’associazione fondata da don Ciotti, visto che il bene confiscato alla criminalità organizzata è stato incendiato la scorsa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.