Ma che Regeni, in Egitto c’è il problema calcio

Carcerata - La moglie di Lotfy, avvocato dei genitori di Giulio, resta in cella. Ma il dibattito è solo su Salah e lo Zamalek
Ma che Regeni, in Egitto c’è il problema calcio

Nessun rilascio su cauzione, la Corte del Cairo mantiene la linea dura e respinge la richiesta dei legali di Amal Fathy. La donna, moglie di Mohamed Lotfy, direttore esecutivo di Ecrf, l’organizzazione egiziana che segue legalmente la famiglia di Giulio Regeni, resta in carcere. Nessuna motivazione, solo un secco ‘no’ quello pronunciato ieri dalla Corte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.