La rete di Irina Osipova: Dio, patria, Donbass (e Salvini)

Italia-Russia - Nelle carte dell’inchiesta di Genova emerge il ruolo di raccordo della giovane moscovita nel mondo della destra nostrana
La rete di Irina Osipova: Dio, patria, Donbass (e Salvini)

Sono destini incrociati, storie, sigle e personaggi che tornano. Con un punto zero, una sorta di camera di compensazione. San Pietroburgo, Russia. È il marzo del 2015, il Forum Internazionale Conservatore promosso dal partito nazionalista Rodina richiama gli esponenti principali dell’estrema destra europea. Ci sono le sigle della galassia nera di Italia, Svezia, Spagna, Germania, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.