Italia, stivali sul terreno in Niger

Al crocevia fra terrorismo, droga e tratta di migranti, Usa e Francia hanno già basi militari operative e i tedeschi si stanno organizzando. Roma nega, ma prepara la missione
Italia, stivali sul terreno in Niger

Nel suo discorso alla nazione, in occasione della festa nazionale per l’indipendenza del Niger, il 3 agosto, il presidente Mahmadou Issofou, al popolo ha parlato di tre sfide principali per il suo Paese: demografia, clima e sicurezza: “Il Niger continua a subire attacchi barbari da gruppi terroristici. Traffico di droga, di armi e di persone […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.