Interessi su interessi, la sottile linea rossa dell’”anatocismo”

Una nuova sentenza condanna le banche a rimborsare i clienti che hanno pagato di più
Interessi su interessi, la sottile linea rossa dell’”anatocismo”

Si scrive anatocismo, si legge calcolo degli interessi sugli interessi maturati su una somma dovuta. Anche se nel 1999 la Corte costituzionale ha segnato lo spartiacque di questa pratica sancendone l’illegittimità con due sentenze – subito dopo che il governo D’Alema l’ha inserita nel Testo unico bancario – negli ultimi 18 anni non si è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.