Idee per una giustizia non “a orologeria”

Ormai è una consuetudine. Alla vigilia di importanti scadenze elettorali, c’è chi agita lo spettro della “giustizia a orologeria”. E i più accaniti ci mettono in guardia dai “protagonismi” e dalle “invasioni di campo” dei pubblici ministeri. Così per i prossimi mesi è facile immaginare che su ogni iniziativa giudiziaria politicamente sensibile fiocchino le accuse […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.