Grosso guaio in Iran, Rouhani non dorme sereno

Tre giorni di proteste - Beni di prima necessità troppo cari, i giovani all’Università: “Basta sacrifici per Gaza o Yemen”
Grosso guaio in Iran, Rouhani non dorme sereno

Non si può ancora definire la rivolta dei suk perché quello di Teheran, il più grande e importante, non è stato finora coinvolto. Ma le autorità iraniane, specialmente il presidente Hassan Rouhani, per la prima volta dal 2009 non stanno dormendo sonni tranquilli da almeno tre notti a questa parte. Ovvero da quando migliaia di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.