Fitto assolto a metà: per la Cassazione “il peculato c’era”

La sentenza - La Suprema corte rinvia a un nuovo giudizio d’appello per i 187 mila euro delle “spese di rappresentanza” dell’ex governatore
Fitto assolto a metà: per la Cassazione “il peculato c’era”

Èvero che la Corte di Cassazione ha confermato che Raffaele Fitto merita l’assoluzione dall’accusa di corruzione aggravata nel processo che lo vedeva accusato con Gianpaolo Angelucci, a capo del gruppo Tosinvest. È altrettanto vero, però, che per l’ex ministro e presidente della Regione Puglia, oggi eurodeputato, la sentenza del presidente Domenico Carcano è un bel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.