“Dissi io a Minniti: i porti non si chiudono”

Graziano Delrio - Nel giugno scorso, sotto il peso di 13 mila arrivi, lo scontro Interni/Infrastrutture
“Dissi io a Minniti: i porti non si chiudono”

È passato un anno esatto da quando in Italia si è cominciata a ventilare l’ipotesi di chiudere i porti alle navi dei migranti. Era giugno dell’anno scorso quando Marco Minniti, diretto a Washington, dopo uno scalo in Islanda tornava indietro per fronteggiare l’emergenza. Erano le settimane in cui al Viminale si studiava il codice di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.