Di Maio si prende la scena: “Licenziamo il Jobs Act”

Ok al testo. Stretta più forte sui contratti a termine. La parte fiscale (cara alla Lega) si sgonfia: mancavano le coperture
Di Maio si prende la scena: “Licenziamo il Jobs Act”

Alla fine il “decreto dignità” vede la luce. In tarda serata il Consiglio dei ministri ha approvato il provvedimento, il primo concreto in un mese di esecutivo, voluto dal vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio, che per giorni è rimasto impallinato tra gli uffici del dicastero guidati dal pentastellato e quelli del ministero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.