Così hanno scoperto la rete dell’imprenditore

La Dda - Banche dati e 1500 visure, le analisi tecniche affidate a un’agenzia specializzata
Così hanno scoperto la rete dell’imprenditore

La Dda ha chiesto di scandagliare archivi notarili, delle camere di commercio, degli uffici tributari. Ha riesumato note della Guardia di Finanza vecchie di oltre trent’anni. Ha fatto analizzare una per una oltre 100 modelli 740, 500 modelli di sostituto d’imposta, più di 1500 bilanci e un migliaio di visure societarie. “Questo modo di procedere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.