Bugie sugli strani affari in Congo L’imbarazzo dei vertici dell’Eni

I pm sospettano che nello “schema di corruzione” nel Paese africano parte dei soldi sia tornata in Italia. Per gli attivisti anti-mazzette il gruppo ha mentito sui legami con i politici africani
Bugie sugli strani affari in Congo L’imbarazzo dei vertici dell’Eni

Dov’è finito Roberto Casula? Sarà la domanda che aleggerà domani, a Roma, sull’Assemblea degli azionisti dell’Eni, mentre sulla compagnia petrolifera italiana incombe la nuova indagine giudiziaria della Procura di Milano sullo “schema di corruzione” in Congo. Casula, 54 anni, è uno degli uomini al vertice di Eni, con il ruolo di “Chief development, operations & technology […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.