Armi “stampate”: è plastica, ma fa male

La sentenza - Un giudice di Seattle vieta la circolazione on line delle istruzioni per la pistola in 3d
Armi “stampate”: è plastica, ma fa male

“Un’arma di plastica stampata in 3D è molto più pericolosa per chi ce l’ha in mano piuttosto che per l’eventuale bersaglio”. Terry Wohlers, presidente di una delle aziende più attive nella realizzazione e commercializzazione delle stampanti in tre dimensioni, è chiaro: “La mia più grande paura è che degli innocenti, credendo fico scaricare i dati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.