Ancora assalto al mare: frodi e colate di cemento abusivo

Secondo il dossier di Legambiente nel 2017 i reati sono aumentati dell’8,5%. I nemici sono sempre gli stessi: tonnellate di rifiuti, scarichi inquinanti, pesca di frodo e l’edilizia illegale lungo le coste
Ancora assalto al mare: frodi e colate di cemento abusivo

Gazebi in legno, piastre di fondazione, scalette in cemento per la discesa a mare o, addirittura, appartamenti che improvvisamente si allargano direttamente sulla spiaggia, tra garage e verande che sbucano dal nulla. Senza uno straccio di permesso e nel pieno abusivismo edilizio da parte di troppi italiani cresciuti a pane e condoni. Succede a Porto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.