Segnali di conflitto

Libano-Israele, cresce la tensione in vista delle elezioni a Beirut

Energia e Jihad - I due Paesi si contendono giacimenti di gas offshore, la disputa sui confini marittimi è aperta. Ma il clima è ancora più rovente dopo l'uccisione di un alto funzionario palestinese del movimento sunnita Fatah. Collaborava con l’intelligence libanese a Ein al-Hilweh, il campo profughi palestinese dove Hezbollah nasconde migliaia di missili puntati contro Tel Aviv

10 Agosto 2022

Libano e Israele hanno riacceso le micce per la disputa sul gas offshore, ma a rendere ancora più incandescente il clima politico nel Paese dei cedri concorre la fiammata di violenza scoppiata tra le fazioni palestinesi che si contendono il potere nei campi profughi. Quest’anno il religioso libanese Hassan Nasrallah, segretario di Hezbollah, ha sfruttato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.