Diritto e ambiente

Pitesai, il Piano del governo non piace neanche alle multinazionali

"Vizi di legittimità" - Nei ricorsi presentati da Eni, Shell e altri si chiede l’annullamento del documento, della Valutazione ambientale strategica e di tutti i pareri connessi

Di Maria Cristina Fraddosio
22 Giugno 2022

Prima non piaceva alle associazioni, poi ai Comuni e ora neanche alle società leader dell’oil&gas. È il Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee (Pitesai). Da qualunque prospettiva lo si guardi il documento, atteso dal 2018 e approvato a dicembre scorso, che avrebbe dovuto individuare le aree idonee alle trivellazioni di idrocarburi, è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.