Guerra economica

In attesa delle sanzioni, l’Italia compra più greggio dalla Russia

Paradosso - FT: flusso più alto del normale verso la raffineria Lukoil in Sicilia. In realtà l’export russo sta aumentando verso molti mercati (Cina in testa)

21 Maggio 2022

Ogni giorno senza sanzioni arricchisce Mosca, ma è anche un buon affare per gli importatori. Il sesto pacchetto presentato ormai il 5 maggio dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen è svanito dai radar. Dopo 15 giorni non si parla più dell’embargo al petrolio russo, non c’è ancora un accordo con l’Ungheria e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.