La direttiva Ue

Lo sconto sull’Iva a chi vende armamenti

Lobby continua - Un testo del 2019, che il governo ha inviato alle Camere lo stesso giorno dell’invasione russa, concede “favori” su imposte e accise a chi commercia armi dentro l’Unione

26 Marzo 2022

Il processo del riarmo europeo procede a piccoli passi, atti impercettibili ma inesorabili. Quello che riguarda l’Atto del governo n. 361 si sostanzia nell’adeguamento dell’ordinamento italiano alla direttiva europea 2019/2235 che introduce alcune esenzioni relative all’Iva e alle accise “in relazione a situazioni in cui le forze armate di altri Stati membri Ue svolgono compiti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.