L'intervista

“Armi: la corsa dell’Europa è cominciata dopo l’annessione della Crimea e non si fermerà”

Non solo droni: “sono aumentati gli ordini di carri armati, aerei e sottomarini. E l'Italia aumenta l'export”. Pieter Wezeman, senior researcher dell’International Peace Research Institute di Stoccolma (Sipri) spiega come il vecchio continente ha aumentato la sua spesa militare negli ultimi anni e perché continuerà a farlo

16 Marzo 2022

Già nei cinque anni precedenti alla guerra in Ucraina in Europa era cominciata la corsa alle armi. Anzi, il continente è stato l’unico ad aumentare significativamente le importazioni: +19% tra il 2017 e il 2021, a fronte di una riduzione del 4,6% al livello globale. I dati sono stati raccolti dall’International Peace Research Institute di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.