La crisi ucraina

Biden contro Putin: sul ring anche Turchia e Cina come “arbitri”

Erdogan vuol mediare con lo Zar, Xi Jinping saggia la tattica di Washington pensando alla questione di Taiwan

28 Gennaio 2022

Nella crisi ucraina, i cui tempi si allungano e le cui tensioni si stemperano un po’, Cina e Turchia si propongono come mediatori: teoricamente, hanno il vizio d’origine di essere di parte, con Pechino più vicina a Mosca che all’Occidente e Ankara dentro la Nato; ma pragmatismo cinese e disinvoltura turca consentono di superare l’ostacolo. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.