In Sicilia

Licata: uccide fratello, cognata e 2 nipotini. “Anni di litigi per le coltivazioni dei terreni”

Due famiglie - Una strage consumatasi in pochi istanti. L’uomo, che deteneva legalmente le armi, ha tentato una prima fuga, braccato però dai carabinieri che hanno provato a farlo arrendere. Ma ha scelto di spararsi un colpo alla tempia

27 Gennaio 2022

Una strage che non si poteva prevenire, ma forse si sarebbe potuta sventare. Perché nella mattinata di ieri, la moglie di Angelo Tardino aveva avvisato i carabinieri di Licata che il marito era appena uscito di casa, diretto verso l’abitazione del fratello Diego con le sue pistole, pronto a tutto. Ma quando gli uomini dell’Arma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.