Lega

Giorgetti e gli applausi a Salvini (che lo vuole cacciare dal governo)

Riunione dei deputati - Due fazioni: il segretario e il ministro dello Sviluppo parlano una lingua diversa. Matteo pone il veto su Draghi al Quirinale, il suo vice lavora per il premier

26 Gennaio 2022

Ore 12, interno Camera. Riunione dei deputati leghisti presieduta da Matteo Salvini. Il segretario va dritto alzando la voce: “Non possiamo far decidere il Presidente della Repubblica allo spread o alla tecnocrazia internazionale”. Si riferisce a Draghi, ça va sans dire. Salvini non lo vuole, o almeno il suo veto sembra molto convinto. Scattano gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.