Quirinale 2022. Domani si parte

I due Letta, Giorgetti, Intesa e gli altri che vogliono Mario

Contromano. Ha sponsor nei partiti, nel sottopotere, all’estero e nella finanza: non è un candidato, ma una scelta di sistema

23 Gennaio 2022

Potrebbe essere il primo presidente della Repubblica votato malvolentieri da praticamente tutti i suoi grandi elettori. Mario Draghi continua ad avere le sue chance di finire sul Colle più alto, ma non c’è un partito – escluso il mini-rassemblement di Giovanni Toti e Luigi Brugnaro – che lo voglia davvero lì. Nonostante lo sostengano al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.