Il decreto

Volendo si può: in Spagna ora la precarietà è “fuorilegge”

Forti limiti al lavoro a tempo determinato, rafforzamento del contratto nazionale, più regole sui subappalti: il governo Sanchez inverte la rotta degli ultimi decenni. E l’Italia?

10 Gennaio 2022

La Spagna, col Real Decreto-ley 32 del 28 dicembre, ha operato una riforma rilevante delle regole del lavoro sinora vigenti. Nel ventennio trascorso, sia i governi della destra sia quelli socialisti, avevano più o meno largamente ceduto alla spinta verso la flessibilità e, in sostanza, avevano squilibrato il mercato del lavoro a vantaggio dei datori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.