Il saggio

Fecondazione in vitro, storia di una ricerca durata 30 anni

Traguardi e dubbi etici - Le fabbriche dei bambini, sostiene la giornalista Margherita Fronte in “Culle di vetro”, non sono mai sorte, nessuno degrado morale è avvenuto, le famiglie non sono state sconvolte dall’interferenza della medicina o dall’esclusione del patrimonio genetico di uno dei due. La sterilità è stata finalmente riconosciuta come malattia, anche degli uomini

8 Dicembre 2021

Era il 25 luglio del 1978 e quel parto cesareo avvenuto nelle stanze bianche dell’Ospedale Generale di Oldham, nel nord dell’Inghilterra, aveva qualcosa di eccezionale: era nata Louise Brown, la prima bambina in provetta, grazie alla tecnica di fecondazione in vitro messa a punto dal biologo e premio Nobel Robert Edwards e dal ginecologo Patrick […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.