Pietre&Popolo

Il gigantismo del sig. Pereira soffoca il Maggio fiorentino

Voragine contabile in riva all’Arno - Il soprintendente: “Questo teatro è troppo grande per la città”. Non sarà colpa dei costi stellari delle sue produzioni che non vengono mai coperti dagli incassi?

6 Dicembre 2021

Il soprintendente del Maggio Musicale fiorentino Alexander Pereira ha appena, candidamente dichiarato che “il Teatro del Maggio è troppo grande per Firenze”. Una vera bomba. Come è potuto succedere che Firenze si sia trovata con un Teatro sbagliato? È con Renzi a Palazzo Vecchio che si rottama il glorioso Teatro Comunale, cedendolo a Cassa Depositi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.