L’intervista

Svetlana Tikhanovskaya: “Ormai Lukashenko andrà avanti finché l’Ue non lo fermerà”

Migranti ostaggio - Dall’esilio, a leader dell’opposizione: “Nessuno in patria crede più a ciò che il leader dice”. Sulle violenze al confine: "Sono i soldati bielorussi a picchiare i profughi, non i polacchi"

20 Novembre 2021

Alle elezioni dell’agosto 2020, Svetlana Tikhanovskaya si è presentata alle elezioni presidenziali contro Alexader Lukashenko. Suo marito era già in carcere. Era il leader dell’opposizione. Lukashenko lo fece imprigionare. Dopo le dure proteste di piazza nel 2020 Tikhanovskaya, con i figli, ha lasciato il Paese. Vive a Vilnius e da lì guida l’opposizione bielorussa. Quanto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.