Processo ‘Ndrangheta

Aemilia, chiesto l’ergastolo per il boss Grande Aracri e i tre suoi fiancheggiatori

17 Settembre 2021

Quattro ergastoli. La Procura di Bologna ha chiesto di ribaltare la sentenza di primo grado della Corte d’Assise nel processo “Aemilia 1992”, uno dei filoni del maxi-processo alla ’ndrangheta emiliana. Secondo il sostituto procuratore Lucia Musti, il boss di Cutro, Nicolino Grande Aracri detto “mano di gomma” va condannato al carcere a vita non solo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per i primi 3 mesi
dopo 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.