Conscio dell’importanza geostrategica della Turchia per la Nato in questo frangente storico, rassicurato dall’atteggiamento meno duro rispetto alle premesse del presidente americano Joe Biden e forte della volontà europea di mantenere in vigore il trattato sul respingimento dei migranti, Recep Tayyip Erdogan è tornato a flettere i muscoli e ad atteggiarsi da Sultano. Il presidente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Bagram chiude: i Talebani avanzano, i civili si armano

prev
Articolo Successivo

La sorella uccisa dall’ultrà Brexit, lei vince il seggio per il Labour

next