Saranno due ufficiali dei carabinieri a contribuire a chiarire in aula l’origine dell’anonimo dvd recapitato agli investigatori nel 2018 che ha originato le accuse mosse nei confronti del luogotenente della Dia, Paolo Conigliaro, autore di una denuncia in Commissione Antimafia sul mancato scioglimento per mafia del Comune di Capaci collegato al sistema affaristico mafioso messo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Mafiosi e terroristi indigenti? “Devono avere la pensione”

prev
Articolo Successivo

Mourinho, lo “Special One” sbarca a Roma Bagno di folla a Ciampino e Trigoria: “Daje!”

next