Aquasi tre anni dal crollo del Ponte Morandi, la Procura di Genova chiede di processare 59 persone e due società, Autostrade per l’Italia e Spea Engineering, per il disastro che il 14 agosto del 2018 provocò 43 vittime. Le richieste di rinvio a giudizio riguardano i più alti dirigenti di Autostrade per l’Italia, fra loro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La mazzetta in bolletta

prev
Articolo Successivo

Report, fratello di Tare (Lazio) chiede gli atti Ranucci: “Effetto slavina della sentenza Tar”

next