Naftali Bennett, che si è insediato la scorsa settimana, è il primo premier nella storia di Israele ad indossare regolarmente la kippah, il copricapo rituale ebraico, a volte chiamato yarmulke o zucchetto. A differenza dei suoi predecessori laici, lui si identifica come un sionista religioso e pratica l’ebraismo ortodosso moderno, che richiede agli uomini di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Brasile, non solo virus. La nuova piaga è l’esercito di ragazzi senza un futuro

prev
Articolo Successivo

Vietato l’accesso sul sagrato della basilica di Santo Spirito

next