“Quando si mette in atto un tentativo di censura come quello che abbiamo visto il 1° maggio con Fedez è sempre un errore. E la Rai ha commesso uno sbaglio enorme”. Roberto Zaccaria è uno che la macchina di viale Mazzini la conosce molto bene, dato che ne è stato presidente dal 1998 al 2002 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

I politici oggi twittano, tutti hanno però lottizzato la tv

prev
Articolo Successivo

A viale Mazzini è sempre il giorno della marmotta

next