È da più di un mese che “Mano di gomma” si è messo a modello 13 nel carcere di Opera a Milano dove sta scontando diversi ergastoli. In realtà è da qualche settimana che Nicolino Grande Aracri (nella foto il primo a sinistra) si è pentito e sta vuotando il sacco facendo tremare politica e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Interrogato in segreto Grillo jr: “Non fu violenza”

prev
Articolo Successivo

Vite dei Santi 2.0: il beato Larry Fink

next