Disordini e vittime, almeno quattro, in Bangladesh, dove la visita ufficiale di due giorni del premier indiano Narendra Modi suscita ostilità. Gli incidenti più sanguinosi a Chittagong, dove le forze dell’ordine hanno sparato contro manifestanti violenti che avevano attaccato una stazione di polizia. Complessivamente, negli scontri si contano decine di feriti e di arresti. Le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Cina usa i suoi influencer contro le “bugie” occidentali

prev
Articolo Successivo

L’alunno perfetto secondo Bianchi

next