Bisognerà attendere l’11 marzo per sapere se il Consiglio di Stato concederà o meno la sospensiva ad ArcelorMittal costretta, dopo la sentenza del Tar di Lecce, a spegnere gli impianti inquinanti dell’area a caldo dell’ex Ilva di Taranto entro 60 giorni. Il giudice Luigi Maruotti, presidente della IV sezione del Consiglio, ha rigettato la richiesta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Deviarono il fiume per costruire il Crescent: 12 a giudizio. Anche la compagna di De Luca

prev
Articolo Successivo

E l’effetto Draghi? Dice che è in pausa

next