L’elicottero si vede appena si imbocca la Statale 18 che collega l’aeroporto con la zona industriale. Dalle 6 di mattina non ha mai smesso di sorvolare sulla nuova aula bunker dove ieri è iniziato il maxi-processo “Rinascita-Scott” contro la ’ndrangheta vibonese: politici, mafiosi, imprenditori, professionisti e massoni. Per la Dda di Catanzaro erano tutti al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Inter, 3 anni a Bosa capo ultrà neo-nazi “Agì da mafioso”

prev
Articolo Successivo

Morandi, l’effetto del “modello Genova”: gli extra-costi ora lievitano di 100 milioni

next