Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn si è difeso ieri nel Bundestag dalle critiche di un’inizio di campagna vaccinale fallimentare e di una dotazione di vaccini insufficiente. La Germania non è la prima della classe come i suoi cittadini si aspettano, sostengono da giorni i quotidiani del gruppo editoriale Axel Springer – Bild e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Epidemia in crescita” Regioni, spostamenti vietati fino al 5 marzo

prev
Articolo Successivo

Test rapidi e tasso positivi: i numeri in ordine sparso

next