L’intervista

“La Spagna è depressa, Sánchez un vanitoso e la movida un ricordo”

Manuel Vilas. L’autore fa la radiografia al Paese iberico, stretto fra virus, eterni precari, la corona e le ripicche di governo

26 Novembre 2020

“I numeri della pandemia migliorano, soprattutto a Madrid, ma la situazione resta difficile: tutti in giro con le mascherine, un Natale con molte restrizioni, anche se con la speranza del vaccino”. Manuel Villas, scrittore spagnolo che con il suo Espana ha illuminato la società iberica, non sa dire come il Paese uscirà da questa crisi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.