I danni dell'uomo

L’Italia degli impianti che uccidono, dalla Ue 24 procedure di infrazione

Dall'ex Ilva di Taranto, all'impianto tessile di Praia a Mare, passando per il mega gasdotto Tap, le situazioni a rischio (e con inchieste in corso) sono molte nel nostro Paese

29 Ottobre 2020

Su 91 procedure di infrazione, aperte nei confronti dell’Italia dalla Commissione europea, 24 riguardano l’ambiente. Nel 2015 il nostro Paese era al primo posto per morti premature attribuibili all’inquinamento atmosferico con 84mila 400 decessi. Di recente è stata avviata una procedura di infrazione per la cattiva applicazione della direttiva Ue in materia di emissioni. Un’altra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.