Esce lieto e spaventato, disperato e felice, Francesco Serrao, l’autore di un libro che si chiama giustamente Nubifragio (Laruffa Editore). È una storia carica di eventi, personaggi, schegge di paura e di terrore, squarci improvvisi di un sereno tranquillo, inseguimenti di una maledizione e momenti come questo: “Intanto, fuori dalla porta stava scendendo il crepuscolo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Ecco perché ho accettato l’incarico di Franceschini”

prev
Articolo Successivo

David Solazzo: la strana morte del cooperante a Capo Verde

next