La morsa di Pechino sulla città-Stato ‘ribelle’ di Hong Kong non si allenta anche se le manifestazioni contro il regime cinese sono diminuite. Del resto, gli abitanti dell’ex colonia inglese non si sono certo arresi e continuano a cercare un modo per bloccare gli interventi liberticidi del governo centrale. Alcuni attivisti pro democrazia nel mirino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Cina si rimette in pista. Balzo del Pil e niente Covid

prev
Articolo Successivo

“A Parigi la gioventù ha tradito Maometto, crede solo a Google”

next