Lettera da Parigi

Lockdown sì, ma per i bistrot: la protesta dei baristi francesi contro l’allerta massima

Visto il nuovo record di casi registrati (oltre 18.700 positivi in 24 ore), vengono riattivate le misure del "Plan Blanc". Ma non solo nella regione di Parigi: anche a Marsiglia, Lione, Lille, Grenoble e Saint-Etienne, si passa all'allerta massima. Mentre Sarkozy viene di nuovo convocato dai giudici per “corruzione passiva” e “finanziamento illegale di campagna” (con i soldi di Gheddafi)

9 Ottobre 2020

Da martedì i parigini non possono più sedersi al tavolino di un bistrot per bere un caffè. Causa Covid, con la città passata in allerta massima, i bar parigini (circa duemila) hanno chiuso i battenti almeno per due settimane. I loro gestori si sentono un po’ il “brutto anatroccolo” della situazione, poiché i ristoranti e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.