Fioccano ricorsi al Csm non solo contro la nomina del procuratore di Roma, Michele Prestipino, ma anche per quella del procuratore di Perugia, Raffaele Cantone. Al Tar del Lazio è stato depositato il secondo ricorso per Perugia, la procura che ha accusato l’ex pm di Roma Luca Palamara di corruzione. È l’ufficio che ha la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Franzaroli

prev
Articolo Successivo

Fiamme devastano il porto, l’ipotesi del corto circuito

next