BOCCIATI Tette pericolose (per la cultura). Jeanne non s’aspettava il divieto d’ingresso al museo d’Orsay di Parigi, per via del suo seno generoso e della scollatura ampia (troppo, per l’addetta al controllo biglietti). E nemmeno la griffe del vestito “scollacciato”, immaginava di ricevere grancassa promozionale da una vicenda di sessismo (per alcuni) e buoncostume (per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Crosetto (il gentleman dei social), l’omicidio di Willy e il doppio Trump

prev
Articolo Successivo

Media, politici e vigilanti collusi. Wirecard e il “sistema tedesco”

next