Hanno lavorato per più di 20 anni a contatto con l’amianto. Di fibre di amianto erano le tute, i guanti e le coperte con cui proteggevano i manufatti in ferro e piombo. Ora sono al secondo mese di sciopero della fame i 10 ex saldatori delle ex Industrie meccaniche siciliane di Priolo Gargallo, in provincia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Era nelle proteste a Bibbiano, ora agli arresti per minori

prev
Articolo Successivo

Verso l’ok al nuovo depuratore del Garda tra accuse di sprechi e conflitti di interessi

next