Bielorussia

Lukashenko, gli operai gli gridano: “Vattene!”

Di MIAC
18 Agosto 2020

Uchody! Traduzione: vattene. È quello che hanno urlato gli operai delle fabbriche di Minsk al presidente Aleksandr Lukashenko, mentre tentava di tenere un discorso pubblico a un microfono che ha ben presto abbandonato appena la voce della folla ha sovrastato la sua. Dopo le proteste di piazza, sono cominciati gli scioperi, in una fabbrica dopo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui