Uno dopo l’altro: aumenta di settimana in settimana la lista dei Paesi che voltano, più o meno ufficialmente, le spalle a Huawei per lo sviluppo del 5G. L’azienda cinese è accusata dal presidente Usa Trump di “spionaggio” e di mettere in pericolo con la pervasività delle sue infrastrutture la sicurezza nazionale. La Cina, che finora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Champions League Solo lontani ricordi, quando a vincere erano i vecchi (giocatori)

prev
Articolo Successivo

Il futuro “La Cina se la passa male: Il vantaggio Usa è netto, per questo ora attaccano”

next